San Donato Milanese, L’immobile della mafia diventa polo della solidarietà

Nasce un centro per contrastare l’emergenza alimentare nel Sudmilano

L’immobile di Poasco, frazione di San Donato Milanese, che in passato era in mano alla criminalità organizzata, è diventato il maxi deposito per il cibo destinato alle famiglie bisognose del Sudmilano. Ieri mattina, sabato 8 maggio, è stato infatti inaugurato il magazzino della solidarietà che sarà gestito dalla Croce Rossa in sinergia con il Banco della solidarietà, la Caritas e il Centro aiuto alla vita. All’evento hanno preso parte tra gli altri il presidente del comitato locale della Cri Maximilian Busnelli e il sindaco Andrea Checchi che, ringraziando i volontari per il loro tenace impegno, ha affermato a caldo: «Questo è un luogo fisico che si rigenera dopo esperienze passate totalmente diverse e che ritrova vita in un progetto fortemente positivo. Oggi – ha concluso – si dà avvio ad un lavoro molto importante». Gli esponenti della Cri in due mesi di intenso lavoro hanno già allestito il punto di stoccaggio dove saranno conservati gli alimenti e preparati i pacchi destinati ai cittadini bisognosi di San Donato, San Giuliano e Vizzolo. Il Cittadino

admin

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *